“Matenadaran”, lo scrigno dell’antico sapere

La parola “Matenadaran“, nella lingua armena antica, aveva due significati: poteva voler dire “Biblioteca”, inteso come luogo in cui venivano conservati pergamente e manoscritti, allora rari ed inestimabili strumenti per tramandare i saperi da una generazione all’altra, sia “Scriptorium”, ovvero il luogo dove questi testi venivano copiati, e dunque il sapere si riproduceva e si moltiplicava. Oggi il “Matenadaran”, o forse sarebbe meglio chiamarlo “Mesrop Mashtots’i anvan hin dzeṙagreri institut”, cioè “Istituto Mesrop Mashtots di manoscritti antichi”, è lo scrigno che custodisce la parte più sacra e antica della cultura armena.
Porta il nome di Mesrop Mashtots, inventore dell’alfabeto armeno, e raggruppa la più ricca collezione di manoscritti e documenti armena nel mondo. All’interno ce ne sono oltre 16.000, scritti in armeno, ma anche in greco antico, latino, arabo, persiano, siriaco, ebraico ed etiopico. Fra loro, le traduzioni armene di opere ormai perse di autori antichi, come la Cronaca di Eusebio di Cesarea o il Sulla natura di Zenone di Cizio, che solo grazie a questa versione sono giunti all’umanità.
Non è possibile descrivere la sensazione di ebbrezza che potreste provare aggirandovi fra le teche: un’esperienza quasi mistica, capace di pervadere il nostro io più ancestrale: è come sentirsi catapultati in un mondo diverso, dove la stessa capacità di tradurre un concetto astratto in un insieme di segni convenzionali tracciati su carta o pergamena, era l’essenza stessa del potere, inteso come capacità di superare la dimensione fisica del tempo, portando un po’ di se stessi alle generazioni successive.
Sull’ingresso del “Matenadaran” campeggia una scritta: «Ճանաչել զիմաստութիւն եւ զխրատ, իմանալ զբանս հանճարոյ». Dal Libro dei Proverbi, significa «Riconoscere la saggezza e la sapienza, conoscere le parole geniali». Ci ricorda che, in tempi di scrittura istantanea, di esplorazioni virtuali e di effimere schermate di testo destinate a essere dimenticate, tutti noi siamo piccola cosa, di fronte alla grandezza di questi uomini che, diffondendo il sapere attraverso la scrittura, sono stati i veri iniziatori di tutto quello che abbiamo ottenuto nella nostra modernità.

Geolocalizzazione del “Matenadaran”

http://maps-generator.com/it

Leave a comment

ricevi le news

Resta aggiornato su nuove destinazioni, consigli, approfondimenti, curiosità dal mondo.

Professione Viaggiatore 2021. All Rights Reserved.