Viaggio nella terra dei mille laghi e delle mille storie

La Finlandia, lo sanno tutti, è considerata Il Paese dei 1000 laghi. Ma in effetti si tratta di un eufemismo. I laghi finlandesi infatti sono più di 187.000: un numero incredibilmente grande, al punto che non c’è da stupirsi che abbiano profondamente influenzato la cultura del Paese, anche nelle sue espressioni linguistiche. C’è un modo di dire in Finlandia “Jokamiehen oikeus”, significa che ogni persona ha diritto di camminare nella natura liberamente senza restrizioni. E l’ecosistema dei 1000 laghi offre questa occasione come nessun altro posto al mondo.

Il lago Saimaa

Il lago più grande è il lago Saimaa. Caratterizzato da acque così pulite che si possono bere senza problema di filtraggio, e circondato intorno da foreste millenarie. Al loro interno non è difficile trovare dei capanni attrezzati che, sul modello delle nostre baite di montagna, sono a disposizione (pulitissimi) per l’uso e il pernottamento dei viaggiatori. La regione di Saimaa, oltre che il centro dei 1000 laghi, è il centro della cultura della sauna finlandese considerata la guaritrice di tutti i disturbi, tutto questo insieme alla tranquillità del luogo e della qualità offerta dal cibo preparato con prodotti freschi, offre ai propri visitatori un’esperienza di purificazione totale.

Il giorno di Jaakko

Si dice che per ognuno dei 1000 laghi ci sia una leggenda. E poi ce n’è una che li accomuna tutti. Si tratta della storia dello “Jaakon päivä“, ovvero “il giorno di Jaakko”. La storia nasce per spiegare un fenomeno difficile da comprendere con argomenti scientifici. Il giorno di Jaakko altro non è che il giorno di San Giacomo (25 luglio). Intorno a quella data, stranamente, la temperatura dei laghi finlandesi si abbassa sensibilmente. Leggenda vuole che tutto dipenda dal fatto che un giorno, Jaakko gettò nelle acque di un lago una pietra molto fredda, che compì il prodigio. Sembra che la vera ragione risieda invece nell’abbassamento della temperatura dell’aria che puntualmente arriva nella terza settimana di luglio e che si riverbera sui laghi. Ma la leggenda è decisamente meglio della scienza.

Il Castello di Olavinlinna

Se poi volete qualche altro motivo per visitare la regione dei 1000 laghi e fare tappa magari al lago Saimaa, eccoli. Intanto potete visitare Olavinlinna, il castello medievale della città di Savonlinna, che oltre a essere uno dei più suggestivi castelli dell’Europa settentrionale, è anche quello più a nord. Fu fondato nel 1475 da Erik Axelsson Tott, governatore svedese della città di Vyborg e delle Province Orientali, e fu dedicato a Olaf, un santo norvegese vissuto nell’XI secolo. Passò più volte di mano fra svedesi e russi, e al suo interno le condizioni di vita non erano molto confortevoli, al punto che per tenere alto il morale dei soldati fu stabilito di dare loro, oltre alla paga, 5 litri di birra al giorno e 7 la domenica (!).

Storia, cultura, attrazioni

Infine, se oltre alle leggende e alla natura nel vostro viaggio cercate la cultura, sappiate che qui non manca: la regione dei 1000 laghi offre un mix di storia, eventi e attrazioni, a partire dal Festival internazionale di lirica ospitato ogni anno proprio a Olavinlinna durante l’estate, senza dimenticare il vicino Astuvansalmi, un sito archeologico vecchio di 6000 anni che conserva varie pitture rupestri su una scoscesa parete di roccia.

Geolocalizzazione di Olavinlinna

Leave a comment